D segni, D gressioni, D vagazioni, contra D zioni.

Buon D vertimento.

domenica 15 giugno 2008

Nasce "I Templates di D"

Template Foglie

Quando ci si diverte a giocherellare con la grafica l'idea di provare prima o poi a fare un template ti viene.

Ci ho provato, partendo dal "Minima" per Blogger, ed il risultato si può vedere sul blog I Templates di D all'indirizzo http://itedd.blogspot.com.

Il tema di questo primo template è la natura, tra i cui elementi simbolo ci sono le foglie, "Foglie" difatti è il suo nome.

E' un template, come si può intuire, creato per la piattaforma Blogger, magari più in la' cercherò di tirare fuori qualcosa anche per Splinder ma sicuramente sono meno preparato, mi sono abituato alla duttilità di un blog Blogspot.

Voglio sottolineare che è una prova, e che magari qualcosa può essermi tranquillamente sfuggito,
se a qualcuno piace e vuole provare a caricarlo, su "I Templates di D" ci sono le istruzioni per farlo senza rischiare di rovinare niente o mandare all'aria l'attuale configurazione, istruzioni che sono inserite anche nella cartella zip da scaricare.

Non dovrebbe esserci, comunque, nulla da temere, ho lavorato solo sulle impostazioni del foglio a cascata, quindi non si tratta di altro che di un cambio di stili.

Per chi ci prova ed ha qualcosa da comunicarmi, anche solo per farmi sapere se tutto è stato
chiaro, sono a disposizione, se posso.

Prego soltanto chi lo utilizza di lasciare il doveroso riferimento a questo sito essendone io
l'autore.

Il terzo meme (R)evolution

La mia amica Guernica mi ha nominato per il terzo meme (R) evolution, il meme ideato da Gianluca.

Ne ricordo le regole:

. bisogna inserire il banner

2. bisogna linkare il blog che ti ha dato il meme

3. bisogna linkare altri 6 blog (cifra flessibile) che meritano un premio e, se possibile, spiegare il perché. un blog può ricevere il premio innumerevoli volte!

4. chi riceverà il meme potrà mettere il banner con la coppa in homa page sul lato in modo da far vedere il premio ricevuto a tutti i visitatori!

Ricordo anche ciò che ho scritto nella scorsa occasione:

"I blog che meritano un premio, per me, sono tutti quelli con cui ho un rapporto di amicizia tra blog, poiché ognuno, chi con spensieratezza, chi con impegno,
chi con ironia, chi in maniera profonda, chi in maniera ingenua, chi in maniera informata, chi tramite disegni, chi tramite foto, chi tramite parole, etc... insomma, tutti hanno qualcosa di se' da raccontare e da dare."


Per cui rinnovo il mio apprezzamento per tutti:
Veneziando,Uno provocatorio,Stile libero,Questa non ci è andata giù!,Nuvole apatiche,Neverl@nd,Muddiki,Methaforica-Mente,LuCa,Io scendo qui,Il segnalatore,Il Rompiblog,Il piccolo Lord,Il divano di Mario,Il Blog di Cristian,Il Blog di Antonio la Trippa,Il Blog degli alberi,Finazio,Diario aperto...,Così è, se vi pare,Contemporary Life,Come l'acqua,Cliccare Mimmo...,Camera con vista...,Book and talk,Battere e levare,Architettura-Ingegneria,A tutta vita,A Bagnomaria,(r)evolution,Cose dal mio mondo,L'Alba del domani

sabato 7 giugno 2008

Nasce D-shirts, la D mensione addosso.

D mensione è un blog di idee, vignette, pensieri, commenti ironici in cui eventi, facce, parole passano distorti in una dimensione parallela a quella reale. E proprio perché distorta la D mensione non è soltanto vivibile, troppo semplice, la D mensione ora si può anche indossare.

Come?! Con D-shirts. Facciamo un esempio:


















Ti senti più un lavoratore o una lavoratrice precario/a o (im)precario/a ?! Se propendi per la seconda soluzione mi dispiace per te ma sei entrato/a nella D mensione.

Questo, in versione sia femminile che maschile, è uno dei temi delle D-shirts. T-shirts e non solo, di tanti colori e in tanti stili.

test


E se sei un/a D mensionato/a con D-shirts puoi comunicare ciò che pensi, puoi contagiare la dimensione reale tramutandola in D mensione...se non altro è un po' più divertente...no?!

D-shirts è consultabile per categoria (unisex, uomo, donna, accessori, bambini) o per tema.

Nel catalogo generale la prima pagina presenta un insieme dei temi, delle tipologie di prodotto e dei colori presenti in D-shirts. Le pagine successive continuano per file di colore, per file di prodotto o file di tema o ordinamento misto.

Selezionando un prodotto si apre una pagina che ne descrive con testo ed immagini tutte le caratteristiche.



Altri temi?! Eccone due testuali:

pizza parmigiano reggiano lambrusco pastiera bruschetta gnocchi crema di carciofi vernaccia amaretti pasta arancini di riso focaccia brunello di montalcino parmigiana di melanzane risotto panzanella zabajone mozzarella di bufala olive ascolane passito di pantelleria gelato burrata caprese polenta primitivo cannoli siciliani taleggio ...

...E TU MI PARLI DI FAST FOOD?!?!


E ancora:

TI PIACCIO? CONQUISTAMI:

fammi ridere di gusto, aiutami
ad abbandonare le mie ansie,
ascoltami e chiedimi se sono
capace di fare lo stesso con te.


Per vederli tutti ed apprezzarne l'aspetto grafico, il contenuto o la qualità e varietà delle maglie basta fare un giro, non costa niente. E poi c'è sempre la dimensione reale...

P.S. Si consiglia il lavaggio dei capi rovesciati alla temperatura di 30° . Si consiglia di rovesciare il capo anche per la stiratura

Sei + 2 cose che mi piace fare

La simpatica Lauretta mi ha passato questo meme che svolgo volentieri. Le regole sono:

- indicare il blog che vi ha nominato e linkarlo
- inserire le regole di svolgimento
- scrivere sei cose che vi piace fare
- nominare altre sei persone affinché proseguono il Meme
- lasciare un commento sul blog dei sei prescelti amici 'memati'.

E allora vado a comiciare, mi piace:

- Scherzare, giocare, insomma prendere la faccia nascosta delle cose, quella buffa, quella che sdrammatizza. Per rilassarsi, per vivere gli eventi in maniera più serena e, cosa importante, più completa. Probabilmente proprio perché dentro di me tendo addirittura a drammatizzare troppo.

- Passeggiare per le stradine, le scalette, le piazze che si aprono improvvise dei paesini d'impronta medioevale. Magari in buona compagnia, con un buon amico. Mi rilassa, mi stupisce.

- Stare stradiato sul letto e guardare negli occhi la donna amata mentre le carezzo i capelli. Mi da un senso di completezza, di unione col mondo. Il corpo è pervaso d'emozione e la carne e lo spirito si fondono in una cosa sola. Quando la donna amata c'è...(piang, piang, mannagg...).

- Leggere un libro e avere la sensazione di essere il protagonista della storia. Staccare gli occhi dalle parole scritte e vederle intorno a me sottoforma di immagini, di scenografia nella quale muovermi. E' magico...

- Abbracciare mio padre e mia madre. Sentirne il calore, tornare quasi bambino. Rinnovare quel gesto di infinito affetto che è venuto loro spontaneo quando come un pulcino sono venuto malvolentieri al mondo.

- Entrare in una libreria, perdermi tra gli scaffali, farmi conquistare dai titoli e dalle copertine, dare una sfogliatina ai libri, desiderare di acquistarne minimo una ventina e non avere i soldi per comprarne nemmeno uno....

Ne aggiungo altre 2:

- Avere voglia di mangiare qualcosa di particolare, cucinarla e...mangiarla.

- Lasciarmi incuriosire da un particolare visto o letto per caso e soffermarmi ad osservarlo se fisico, o studiarlo e approfondirlo se concettuale.

Lascio a chiunque dei miei amici piaccia l'idea di svolgere questo meme l'iniziativa di farlo scrivendo tranquillamente che gliel'ho assegnato io. E' simpatico scrivere qualcosa di se', farsi scoprire un po' di più. E cosa meglio di ciò che piace fare?!...forse ciò che non piace! Sarebbe divertente fare una prova: scommettiamo che saranno sempre più di 6?!

Una valletta nel consiglio dei ministri

















Per inserire questa vignetta nella tua pagina web copia ed incolla il codice nell'area di testo. Per favore, però, mantieni il link preimpostato a questo blog o generane uno tu.

2 memi (R)evolution in un colpo solo.

Free Image Hosting at www.ImageShack.us

Gianluca, il suo ideatore, e il mio amico Silvio, mi hanno assegnato il meme (R) evolution.

Le regole sono le seguenti:


1. bisogna inserire il banner

2. bisogna linkare il blog che ti ha dato il meme

3. bisogna linkare altri 6 blog (cifra flessibile) che meritano un premio e, se possibile, spiegare il perché. un blog può ricevere il premio innumerevoli volte!

4. chi riceverà il meme potrà mettere il banner con la coppa in homa page sul lato in modo da far vedere il premio ricevuto a tutti i visitatori!

I blog che meritano un premio, per me, sono tutti quelli con cui ho un rapporto di amicizia tra blog, poiché ognuno, chi con spensieratezza, chi con impegno,
chi con ironia, chi in maniera profonda, chi in maniera ingenua, chi in maniera informata, chi tramite disegni, chi tramite foto, chi tramite parole, etc... insomma, tutti hanno qualcosa di se' da raccontare e da dare.

Quindi do' volentieri un link in più ai miei amici:
Veneziando,Uno provocatorio,Stile libero,Questa non ci è andata giù!,Nuvole apatiche,Neverl@nd,Muddiki,Methaforica-Mente,LuCa,Io scendo qui,Il segnalatore,Il Rompiblog,Il piccolo Lord,Il divano di Mario,Il Blog di Cristian,Il Blog di Antonio la Trippa,Il Blog degli alberi,Finazio,Diario aperto...,Così è, se vi pare,Contemporary Life,Come l'acqua,Cliccare Mimmo...,Camera con vista...,Book and talk,Battere e levare,Architettura-Ingegneria,A tutta vita,A Bagnomaria,(r)evolution,Cose dal mio mondo,L'Alba del domani

Un D eci e lode per Crystallia ed Anna.

Premio D eci e lode
Il "D eci e lode", come ormai si è ripetuto molte volte, è un simbolino a disposizione di chiunque per incoraggiare una bella iniziativa, un blog dai bei contenuti etc. in maniera diversa.

Lo può usare chiunque quando vuole fatti salvi i casi di violazione della legge e della dignità umana.

Stavolta lo uso io per premiare la mia amica Crystallia che lancia una iniziativa legata alla creatività, "Gira la perlina". Crystrallia crea gioielli con gli swarovski molto belli ed è legata all'idea della riscoperta della qualità artigianale sulla quale mi trovo d'accordo.

Un altro "D eci e lode" va ad Anna che nel suo blog noidisabili.blogspot.com pubblica notizie sulla
disabilità e testimonia l'amicizia e le iniziative dell'associazione di cui fa parte.

martedì 15 aprile 2008

Il P.d.L. vince le elezioni
















Per inserire questa vignetta nella tua pagina web copia ed incolla il codice nell'area di testo. Per favore, però, mantieni il link preimpostato a questo blog o generane uno tu.




lunedì 14 aprile 2008

Il quarto "You Make my Day Award"



Grazie mille a Sara che mi ha fatto una sorpresa inaspettata assegnandomi il quarto "You Make my Day Award", premio molto gradito in quanto destinato ai blog che ti rendono il giorno felice, e l'idea che il mio blog possa esserne capace mi piace molto.

Se poi leggo le motivazioni:

"perché è pungente al punto giusto (il che non guasta mai), ironico, creativo, originale, insomma, è proprio bravo!"

mi monto più di un mobile dell'Ikea!

Naturalmente lo assegno idealmente, oltre che alla stessa Sara per le belle parole e la sorpresa, a tutti coloro con cui siamo diventati affezionati, perché le belle sensazioni di trovare le tracce, gli scherzi, gli abbracci virtuali anche quando capitano periodi di lunga assenza regalano veramente una bella felicità.

Ciao

giovedì 10 aprile 2008

Un documentario sui brogli elettorali dal blog di Peppe

Segnalo questo interessante post dal blog di Peppe riguardante un documentario che propone alcune notizie sulla possibilità di brogli elettorali ipotizzando l'eventualità che già siano avvenuti in precedenti occasioni, in Italia e non solo.

Ipotesi che se avessero un minimo riscontro reale sarebbero alquanto sconcertanti.

Ipotesi che sottolineano ancora di più l'importanza dell'andare a votare e di farlo in maniera corretta, cioè senza lasciare schede bianche o nulle.

martedì 8 aprile 2008

E’ utile il voto ai grossi partiti?

Le scorse elezioni mi hanno visto infastidito. C’erano due grosse coalizioni e due candidati. Sinceramente non mi piaceva nessuna delle due cose.

Ma comunque il voto è un diritto che va esercitato, per cui non se ne parlava di non votare. L’unico modo perché il non-voto sia una soluzione è l’eventualità che non lo faccia nessuno, ma proprio nessuno. Come messaggio di rottura, per dire “Basta, ci avete stufato, non ci prestiamo al vostro gioco!”. Ma è alquanto impossibile che si verifichi una situazione del genere, i candidati, i loro parenti, gli sfegatati di partito, coloro a cui è stato promesso un favore voterebbero comunque per cui il messaggio di rottura diventa un’utopia.

Non sapevo proprio per chi votare, non ero contento in nessuno dei due casi del mio voto e delle persone che avrei favorito.

Se non sbaglio democrazia vuol dire più o meno “potere del popolo” e il popolo è un insieme di persone che è svilente racchiudere soltanto in due tronconi, è quasi “robotico”.

Scegli A o B. Punto. Ma a me piacerebbe una bella F! A quale delle due assomiglia di più la F alla A o alla B?!...nessuna delle due.

Non dico dalla A alla Z ma già fino alla E, tra cinque alternative ce ne sarà una che si avvicina un po’ di più alle mie idee!

Quest’anno invece sono contento, non ci sono troppi ammucchiamenti coatti e si vedono delle facce nuove alcune anche piuttosto agguerrite. Finalmente! Certo, nessun partito corrisponderà mai in pieno alle idee di ognuno ma qualcuno con cui condividerne una parte c’è.

C’è qualche argomento nuovo, figlio del realismo, delle conseguenze delle situazioni attuali, e ci sono i vecchi bla bla bla di un gruppo di persone chiuso da vent’anni in un mega-hotel 5 stelle extra-lusso che a colpi di dispettucci e “Io con te non ci gioco più!” si diverte a passarsi la palla in un gioco di cui non conoscono minimamente le regole.

L’ultimo slogan è che il voto dato ad un altro partito che non sia grosso è un voto inutile.

Allora mi viene da dire che per dare il diritto di voto a chiunque di noi delle persone hanno dato la vita lottando contro altre che miravano a conservare il potere (più o meno come un grosso partito che non vuole se ne votino altri?!) negando un diritto basilare, quindi un voto non è MAI inutile.

Mi viene da chiedermi anche con quale arroganza qualcuno decida prima dei giochi chi vince e chi perde?!

Mi viene la tristezza pensando come, già da questi particolari, delle persone che dovrebbero governare un insieme eterogeneo di cittadini dimostrino scarso rispetto delle minoranze.

Mi viene rabbia perché non posso non chiedermi: ” Ma come ti permetti di voler comandare anche le mie idee?”.

E prende forma un’altra domanda: “E’ più utile dare il mio voto a persone chiuse nel loro mondo, senza nessun contatto con una realtà che non hanno mai vissuto, che da vent’anni si alternano promettendo il paese delle meraviglie in campagna elettorale per poi lasciare tutto com’è o darlo a persone nuove, che propongono con forza idee nuove, che non si inventano ogni giorno un nuovo spot ma hanno programmi chiari sin dall’inizio?!”

Voto per la seconda opportunità. Anche solo per togliere la spocchia a chi si gingilla nella sicurezza di trovarsi in un partito forte, per dirgli: “E’ ora che ti dai da fare veramente, se no fatti da parte.”

D’altronde non si dice spesso che la politica è vecchia e che sarebbe ora che si vedessero facce nuove?!

Paura di disastri da parte di persone inesperte?! Di fronte a questo dubbio mi chiedo: “ L’attuale stato delle cose è prospero?!”.

Che cosa può cambiare nel continuare a votare le stesse persone che finora non hanno portato a nessun cambiamento ed a dispetto di ciò si propongono come portatori di novità?!

Il mio voto non sarà inutile, io non voterò un grosso partito.



Il meme dei 7 segreti

Saretta e Silvio mi hanno passato questo meme che richiede di svelare 7 segreti.

L’ottima idea di Silvio “…mi piacerebbe proprio leggere sul suo gazzettaccio un'intervista a se stesso, dove svela i suoi segreti!!...” mi ha suggerito l’ultimo articolo del Gazzettaccio, i 7 segreti però li scrivo qui.

Si parte:

Avete presente l’estinzione dei dinosauri?! Capita a tutti di dimenticare il frigorifero aperto una volta, no?!

Come capita di dimenticare aperto il rubinetto dell’acqua mentre si riempie la vasca per un caldo bagnetto. I soliti esagerati lo hanno chiamato “diluvio universale”! E che sarà mai!

A Monica Lewinski poi avevo soltanto suggerito di usare bene ciò che ha sopra il collo, ma io intendevo il cervello…

Ehm…ammetto che il mio bisogno di avere una donna vicino mi porta a fare cose strane…avevo visto la bella addormentata nel bosco li, così bella, così addormentata, così inerme…ne ho approfittato spudoratamente per rubarle un bacio…quando m’ha visto senza calzamaglia azzurra ha fatto indigestione di camomilla pur di riaddormentarsi…

La paperella che Archimede spingeva sotto l’acqua mentre faceva il bagno gliel’ho regalata io: manco m’ha nominato quando ha scoperto la legge sulla spinta dei corpi!

Hulk è diventato verde per la rabbia quando ha visto me e sua moglie che ci baciavamo: ma io non sapevo che fosse sua moglie…anzi, non sapevo neanche che fosse sposata…

Volete sapere un altro segreto?! Non è vero niente.

Era Archimede stesso che spingevo sott’acqua, sapevo benissimo della moglie di Hulk, la bella addormentata l’ho sedotta e anestetizzata, ho suggerito a Monica Lewinski di usare proprio ciò che ha usato, e l’acqua ed il frigo aperti li ho dimenticati apposta.

Perché?! E’ un segreto!

Ciao

La lettera di Blog Action

"Ai partiti politici, ai politici italiani, agli organi di informazione, alla cittadinanza tutta

Questa lettera nasce da uno sforzo collettivo di cittadini italiani della Rete, che si sono confrontati in maniera concreta e proficua usando i mezzi offerti dal social network e partendo da un approccio comune e condiviso, al di là dell’appartenenza politica di ciascuno, per agire attivamente nell’attuale contesto politico e socioculturale.Vogliamo richiamare l’attenzione di chi ci governa, degli organi d’informazione e delle istituzioni verso quelli che dovrebbero essere i principali obiettivi di una politica civile, etica e basata sul bene comune.

La tutela dei valori costituzionali del nostro Paese: laicità dello Stato; diritto al lavoro e alla sicurezza sul lavoro; diritto di scelta per la propria salute e tutela della stessa, per tutti; informazione libera, pluralista e basata sulle interazioni.
L’adempimento del mandato elettorale per il quale si viene eletti e del quale i cittadini elettori sono costantemente giudici. Tale adempimento dovrebbe rappresentare una condizione minima, senza la quale “fare politica” diventa semplicemente un modo per raggiungere obiettivi personali e di potere.
La risoluzione di emergenze sociali, tra cui (ne citiamo solo alcune): impatto ambientale dei rifiuti; sistema della Sanità; aiuti alle famiglie e tutela della maternità, attraverso sussidi e asili nido in numero sufficiente; sistema dell’Istruzione e della scuola e scollamento tra questo e il mondo del lavoro; precarietà diffusa e formalizzazione del salario minimo legale.
L’attuazione di riforme politiche non più procrastinabili, quali: l’immediata risoluzione del conflitto d’interessi; una seria riforma del sistema elettorale che impedisca le nomine dall’alto dei parlamentari attraverso l’indicazione della propria preferenza sulla scheda; la decisione sulla non eleggibilità di cittadini, se condannati in via definitiva, o in primo e secondo grado in attesa di giudizio finale."



Questa è parte della lettera aperta che Blog Action rivolge al mondo politico.

Blog Action è:

"Blogaction è prima di tutto un’idea che parte dalla constatazione che la CONDIVISIONE che domina la Rete Sociale va esportata per dare un contributo alla società da parte di chi è seriamente preoccupato per la grave crisi in cui versa la politica e l’etica italiana.

Vogliamo proporre e diffondere i valori costituzionali e democratici su cui si dovrebbe fondare la nostra Repubblica laica attraverso azioni che hanno come sfondo e luogo privilegiato di discussione la Rete stessa."

L'indirizzo è: http://blogaction.wordpress.com/

la ricerca Storie di Blog

Francesco (apprendista uomo), l'autore del blog PSICOclick - Giovani Psicologi in rete, in collaborazione col Dipartimento di Psicologia dell'Università degli studi di Palermo, cura l'idea "Storie di blog". "Ogni blog è una storia, raccontaci la tua!", questo è il sottotitolo dell'iniziativa a cui è collegato anche, per chi volesse, un questionario, i cui risultati verranno inviati per posta elettronica, che è una vera e propria ricerca allo scopo di "scoprire meglio le abitudini, le motivazioni, la personalità dei bloggers italiani".

Il D eci e lode diventa grande


Lo spunto per la nascita del D eci e lode è stato un po’ come quando si trova uno di quei diplomini da miglior qualcosa del mondo con lo spazio per il nome in bianco in cartoleria e si decide di regalarlo a qualcuno per dirgli certe cose in modo diverso, giocoso, simpatico.

Il circolo di amici blogger che è nato spontaneamente è composto ed ha continuato via via a comporsi di persone intelligenti, originali, interessanti, preparate, simpatiche, con tante cose da dire e di “diplomini” ne hanno meritati e continuano meritarne tutti.

Se si sono aggiunte nuove persone interessanti, e questo mi fa tanto piacere, è stato anche grazie alla diffusione di questa iniziativa, diffusione a cui hanno partecipato attivamente i primi premiati ( e ciò dimostra una volta di più quanto siano carini e carine) che meritano un grandissimo grazie.

Se sono nati nuovi contatti, se ancora più persone sono riuscite a conoscere, apprezzare, far conoscere e far apprezzare cose nuove questa iniziativa è servita a qualcosa.

Proprio per permetterne la diffusione, tra molti ripensamenti, ho dovuto strutturare l’idea, seppur in maniera blanda, come un meme.

Non mi aspettavo che raggiungesse così tante persone, ne sono contento, anche perché le impressioni di alcune di esse hanno fatto nascere vecchie e nuove considerazioni.

Ormai il premio si è diffuso. Il D eci e lode, come scritto, è un attestato di stima, e la stima non può essere racchiusa in regolamenti di alcun genere se non prettamente etico. Per questo è giunto il momento di dire basta a quel minimo di struttura che lo rende un meme.

Guardando il regolamento, in effetti, cambia poco; il link verso il blog a cui è assegnato è in ogni caso indispensabile ( avete mai sentito dire :” Il vincitore è” senza nominare chi sia?!), il link verso chi ce lo ha assegnato è normale buona educazione, il dissociarsi da contenuti illegali, violenti, razzisti e volgari sarà sempre e comunque valido.

Cosa cambia? Non c’è più quel minimo obbligo, valido solo per la prima volta in cui si viene premiati, di dover premiare per lo meno un altro blog. Da adesso sarà sempre come se si fosse stati già premiati per la prima volta, quindi si può decidere di assegnare il premio a chi, a quanti, e quando si vuole. Se si vuole. Se no lo si può tranquillamente sbattere nel dimenticatoio o buttare nel cestino (anche alcuni dei “diplomini” già citati sicuramente fanno quella fine).

Cos’altro?! Beh, per assegnarlo non c’è bisogno di essere stati già premiati, può farlo chiunque in ogni momento. Anche se tutto questo, nelle mie intenzioni, è sempre stato valido sin dall’inizio.

Ed ora lo assegno ad alcuni vecchi e nuovi amici che, stranamente , ancora non l’hanno ricevuto.

Ed allora un D eci e lode a:

lo scanzonato e schietto LuCa

Maria ed il suo utilissimo blog su informatica e web

Moticanus , che trasmette la sua passione verso i luoghi che vive

Antonio Buono, pacato, attento, intelligente ed impegnato

La simpatica Alessandra ed il suo blog gradevole e curioso

Ne assegno uno ideale e speciale a coloro che non mancano mai di venirmi a trovare e di far sentire la loro graditissima presenza regalandomi la bellissima sensazione di piacere che il contatto umano, seppure attraverso un mezzo elettronico, sa dare.

Grazie a Desaparecida, Elle, Claudia, Saretta, Guernica, Angelo dei boschi, Laubel, Silvio, Irene, Lele, Susanna, Peppe, Finanzio…urca, siamo tanti…insomma tutti!

lunedì 3 marzo 2008

Alla ricerca della libertà

L’altro giorno sono andato al mercato a comprare un po’ di libertà.

C’era ma non mi piaceva. L’ho trovata…come dire…artificiosa! Magari non è periodo, non lo so non me ne intendo.

Avevo sentito dire che se ne può trovare andando a bombardare qualche paese straniero, ma in tutta sincerità la vita del soldato non mi sembra poi così libera.

No, no, dovevo trovare qualcos’altro. Allora mi sono tornati in mente degli spot televisivi… eh la tv sa sempre come consigliarti!

“Libero Infostrada” “Con Fastweb sei libero” “Vodafone: 6 libero”. Ho optato per il terzo, è la reclame più recente, magari il prodotto è più fresco.

Sono entrato nel negozio Vodafone, ho chiesto ad una graziosa commessa che mi fa:” Bene, con questa offerta lei può chiamare i numeri di rete fissa a tot € e quelli verso tutti i cellulari a tot €. I messaggi, invece, costano tot €, l’abbonamento costa tot € al mese.”

Un momento…ma se la devo pagare ogni volta che la uso non sono libero: metti che in un determinato momento ho finito i soldi, che faccio non la uso?!

Niente, sono uscito dal negozio deluso, ma ancora una volta la pubblicità ha attraversato la mia testa come un lampo improvviso: “Banca Mediolanum mi dà un senso di libertà assoluta”.

Eccezionale, persino di qualità pregiata!

Sono entrato in una specie di negozietto e già c’era qualcosa che non mi tornava: ma non doveva essere una banca?! E dov’erano gli sportelli?! Parlo con un tizio sbarbato, incravattato, ingelatinato, con una paresi alla bocca socchiusa in un sorrisetto alla Jack Nicholson che interpreta Joker in Batman.

Ho avuto paura che mi chiedesse “Hai mai danzato col diavolo al pallido plenilunio?” ma non l’ha fatto.

Tirato un sospiro di sollievo ho chiesto informazioni. “Bene, lei tiene i suoi soldi presso di noi per un tot di tempo ricavando tot € che si ricapitalizzano annualmente sul montante arrivando a guadagnare ben tot € che poi può scegliere se ricevere in forma di rendita pensionistica bla bla bla. Questi le converrebbe tenerli bloccati per guadagnarci, se poi volesse estingure prima farebbe meglio a far passare almeno tre anni per riprenderci quello che ha versato grazie agli interessi…”

Alt! Ma se avessi libertà assoluta potrei prendermi i soldi che mi pare, quando mi pare, come mi pare e metterli dove mi pare…anzi, se avessi libertà assoluta potrei pure non darteli proprio!

Lasciatogli il biglietto da visita di un chirurgo plastico per il suo problema sono uscito anche da lì piuttosto sconsolato. Non ero libero mannaggia e avrei tanto voluto esserlo.

Nel tragitto verso casa i miei occhi hanno incrociato un tabellone gigante che non poteva non essere notato, c’era scritto: “Partito della libertà, il partito del popolo della libertà dal meglio della casa delle libertà. Iscriviti al circolo delle libertà, difendi i tuoi diritti, i tuoi interessi, la tua libertà.”

Forse avevo finalmente trovato ciò che faceva al caso mio.

Riacquistato l’entusiasmo mi sono recato sul posto e mi ha accolto un tizio simile a quello di prima, tanto che la prima cosa che mi è venuta spontanea chiedergli è stata: “ Per caso hai un fratello che lavora alla banca Mediolanum?”.

Stavo per tirare fuori un secondo bigliettino da visita quando ho visto il manichino in tailleur affianco a lui animarsi: era una specie di ragazza che dal chirurgo estetico c’era già passata diverse volte, a meno che non sia stata un appendi-protesi vivente.

L’appendi-protesi, con una certa difficoltà a far uscire suono da quei gommoni che le ostruivano pesantemente la bocca oltre che articolarlo, mi salutò consegnandomi una confezione di profumo della libertà, un calendario della libertà, un metro della libertà ed un preziosissimo reggicalze della libertà usato dalla Brambilla durante una diretta della tv della libertà.

Che accoglienza!

Al che lo sbarbato incravattato, tra il vociare animato di alcuni componenti che si scambiavano i loro “Ma che libertà dici?” “Ma non fare il testa di libertà” “Eh no, libertà, ma tu non vuoi capire!” “Adesso mi hai proprio rotto le libertà”, mi spiegò che per difendere i miei diritti, i miei interessi e la mia libertà avrei dovuto votare un tal tizio dalla faccia poco simpatica.

Ma come faccio ad essere libero se poi non sono libero di votare chi mi pare e piace?!

“Dobbiamo impedire che la sinistra continui a fare quello che vuole con le tasse degli italiani” aggiunse.

E così non sono liberi neanche loro di fare quello che vogliono! Eh ma allora di libertà non ce n’è neanche qui!

Deluso ho appeso il profumo, il metro, il calendario e la giarrettiera della libertà addosso al manichino e mi sono allontanato mentre l’inno del circolo accompagnava la mia uscita.

Insomma, non c’era proprio modo di essere libero, mi stavo già rassegnando ad una vita da detenuto.

Ad un tratto mi sono sentito chiamare, era Alessio, un mio grandissimo amico. Ci siamo salutati, ci siamo fatti una passeggiata, abbiamo mangiato qualcosa, abbiamo fatto quattro chiacchiere, abbiamo riso parecchio, ci siamo goduti il venticello fresco mentre i rumori frenetici e chiassosi della giornata lasciavano spazio a quelli più tenui ed aggraziati della sera.

Sono tornato a casa sereno, sorridente.

Finalmente mi ero sentito libero, libero di essere me stesso, libero di argomentare, libero di scherzare, libero di osservare il mondo, libero di guardare chi mi stava di fronte non come un oggetto utile a completare il mio meccanico compitino ma come una persona.

Che bella cosa la libertà.



domenica 2 marzo 2008

Curiosità da "D eci e lode"

premio D eci e lode

Tra i commenti del premio D eci e lode me ne è saltato all'occhio uno che mi ha davvero incuriosito.

Testuda ha scritto: "e io???".

Queste semplici tre lettere legate al contesto m'hanno proprio fatto sorridere, è un commento che rivela arguzia e vivacità mentale.

Naturalmente sono andato a dare un'occhiata al suo blog che mi è piaciuto.

E così, visto che da quello che sembra il "D eci e lode" non le sia ancora arrivato glie lo assegno io, cogliendo l'occasione per inviare un messaggio di stima anche a dei nuovi amici.

Quindi, i premi "D eci e lode" vanno a:

Testuda, perché il suo blog parla principalmente di musica come dimostra l'ottimo titolo "Battere e Levare" ma sa variare anche in altri temi con sarcasmo e, come ho scritto prima, vivacità mentale.

Claudia, nel suo blog aggiornatissimo e gradevolissimo dallo straordinario titolo "A Bagnomaria, cosa blogga in pentola"si trovano tantissime informazioni legate al mondo della cucina, dai consigli per la salute alle curiosità, dalle ricette all'informazione.

Filidiluna, che bel nome vero?! Rivela tutta la profondità dei suoi pensieri che lasciano un bel sapore e coi quali mi trovo sempre in accordo, il tutto arricchito da una grafica ne sottolinea l'atmosfera.

Angelo dei Boschi, che con i suoi "discernimenti quotidiani di follia reale" diverte con la sua forte simpatia affrontando la "realtà folle" con senso scanzonato.

Ricordo che chi l'ha già ricevuto non è obbligato ad assegnarlo ad un'altra persona.

Per maggiori informazioni rimando al post originario.

venerdì 22 febbraio 2008

Da uno studio di veterinaria: sempre più cani pigri ed obesi come i padroni


















Per inserire questa vignetta nella tua pagina web copia ed incolla il codice nell'area di testo. Per favore, però, mantieni il link preimpostato a questo blog o generane uno tu.




mercoledì 20 febbraio 2008

E' partito lo scambio link del Gazzettaccio di D

Il Gazzettaccio di D E' partito lo scambio link per Il Gazzettaccio di D (rimando al post precedente per descrivere cos'è Il Gazzettaccio di D).

Ho suddiviso la pagina deputata alla raccolta dei links in categorie, in modo da offrire segnalazioni mirate e visibili, molto più di una montagna di indirizzi inseriti in ordine sparso che affaticano la vista fiaccano la pazienza e scoraggiano la voglia.

Magari lo faccio anche qui...

lunedì 18 febbraio 2008

E' nato "Il Gazzettaccio di D"

Il Gazzettaccio di D

Devo scusarmi con gli amici bloggers e con chi ha lasciato commenti per l'assenza da questo e dagli altrui blog in questi ultimi giorni.

Qualche imprevisto, qualche impegno. Cercherò di rimediare.

Tra le altre cose ho anche seguito la preparazione di una mezza idea che mi frullava in testa da un po'.

Sono fatto così: le cose mi devono gironzolare per qualche tempo dentro affinché una serie di lampi definiscano il tutto. E poi parte il lavoro intensivo della preparazione, che occupa tutta la mia mente.

In passato sono già stato vicino alla possibilità di curare un giornale. Il binomio Internet-informazione, poi, crea tante nuove possibilità.

In fondo molti blog non sono altro che giornali telematici, riportano notizie ed informazioni.

Così è nato il mio, il giornale di D.

Naturalmente tutto in stile D. Cominciando dal nome "Il Gazzettaccio di D".

Lo troverete all'indirizzo http://ilgazzettacciodid.myblog.it, e seppure sia una costola di questo blog ha una sua plausibilissima indipendenza.

Credo sia superfluo aggiungere che si tratti di un giornale satirico; a volte una risata riesce a far pensare di più di una martellata sui testicoli...

Chi sarà curioso di dargli un'occhiata sarà benvenuto, come sempre, anche lì. Tra poco, poi, farò partire anche lo scambio link.

Ciao a tutti.

Per effetto del gelo rincarano i prezzi di frutta e verdura


















Per inserire questa vignetta nella tua pagina web copia ed incolla il codice nell'area di testo. Per favore, però, mantieni il link preimpostato a questo blog o generane uno tu.




lunedì 11 febbraio 2008

Torte-sculture.



Vi sembra una borsa?

E se vi dicessi che è una TORTA?!

E' la creazione di una abilissima pasticciera riportata insieme ad altre incredibili che potrete vedere nel post "Cane? No, torta!" sull'interessantissimo blog "Abagnomaria, cosa blogga in pentola" di Claudia, dove si possono trovare ricette e tante informazioni sugli alimenti, le loro proprietà, le ultime novità e tutto ciò che ruota intorno alla gastronomia.

Sono rimasto davvero stupito di fronte a queste vere e proprie forme di abilità artigiana, nel senso più prezioso del termine, che , se il sapore fosse pari all'aspetto, non esiterei a definire forme d'arte.

Grazie a Claudia, ciao a tutti.

domenica 10 febbraio 2008

Appello del Papa contro la discriminazione delle donne



















Per inserire questa vignetta nella tua pagina web copia ed incolla il codice nell'area di testo. Per favore, però, mantieni il link preimpostato a questo blog o generane uno tu.




giovedì 7 febbraio 2008

Italia: il mancato rispetto del Protocollo di Kyoto ci costa 63 euro al secondo


















Per leggere la notizia

Per inserire questa vignetta nella tua pagina web copia ed incolla il codice nell'area di testo. Per favore, però, mantieni il link preimpostato a questo blog o generane uno tu.




mercoledì 6 febbraio 2008

Le mie vignette su seriomanontroppo.it

Il sito Seriomanontroppo - su cui si parla di tanti argomenti, dalla musica ai libri, dalla gastronomia al cinema, dai motori al mondo web ed altro ancora - ospiterà nella rubrica "Matite Matte" ( nata per rimpolpare così il lato "manontroppo", come scritto dal suo autore) le vignette del mio blog .

"Spermatozoi dal midollo osseo femminile" è stata la prima.

Un'altra gradita opportunità per me offertami da Pecciola, che ringrazio.

martedì 5 febbraio 2008

Che bel regalo mi ha fatto Saretta!



Ma che carina che è Saretta!

Mi ha assegnato il terzo "You Make My Day" Award.

La cosa più bella però, che ho preso come un vero regalo personale per il piacere che mi ha dato, sono le sue parole:

"D di d mensione che ringrazio molto perchè è molto sincero, fa delle vignette bellissime e, secondo me l'intelligenza e la creatività, l'umorismo, spesso coincidono, e D ne è l'esempio.

...come gia spiegato sopra... penetrante, perspicace, sagace, potrei andare avanti per molto.... lo stimo moltissimo"


Le parole sanno dare bellissime sensazioni, soprattutto se sono sincere, soprattutto se vengono da una ragazza come Saretta, di cui ho già avuto occasione di tessere le lodi perché si fa già fatica ad incontrare donne adulte così intelligenti, sensibili, di carattere, attente e carine, ritrovarsi di fronte una ragazza della sua età mi riempie di ottimismo.

Grazie Saretta, scusate se mi prendo questo momento di autocelebrazione ma sono cose che fanno bene. Soprattutto ad un insicuro come me.

D mensione 2007

Il 17 Novembre 2007 (brutta data?!) sono nati questo blog ed il suo pimo post, dopo una lunga gestazione nella mia testolina.

Mi ci sono dedicato e, piano piano, giorno dopo giorno, scoprendo, studiando, imparando, progettando, dopo quasi tre mesi sono contento perché mi diverto e rifletto assieme a delle persone con cui c'è una buona intesa e che mi apprezzano come io apprezzo loro.

Sì, sono contento di come stia andando.

E così ho provato a dare uno sguardo indietro a quei primi post che hanno contraddistinto il 2007 e ne hanno raccontato qualche piccola storia.

Il mio primissimo post era dedicato allo scandalo esami falsi che ha colpito l'Università di Catanzaro, per il quale ho riesumato a fatica un accenno di economia aziendale (aaaaaaaaaah!) , ma sia chiaro: un accenno. Non chiedetemi nulla di più sull'argomento perché non saprei rispondervi.

Poi è arrivata la "grandiosa" uscita dell'allenatore del Real Madrid Schuster, il quale vorrebbe solo giocatori sposati in quanto, secondo lui, più affidabili. Salvo poi venire a conoscenza del fatto che una buona parte dei componenti della squadra non ha ancora impalmato nessuna donzella.

Quindi è iniziato il ciclo delle ricerche, che non mancano mai di fornire ottimo materiale per gli umoristi, nelle motivazioni e nei risultati. Come quella statunitense secondo cui il nome influenzerebbe le scelte della vita. E allora mi viene da pensare al contrasto tra il nostro paese dove la ricerca è tanto bistrattata e paesi in cui ci sono talmente tanti fondi che per spenderli si ricorre alle idee più strampalate. Come si dice?! "Chi ha i denti non ha il pane e..."

Si arriva al mio primo racconto sul blog, "Pantaloni oversize e mutande firmate".

Una notizia curiosa mi ha fatto tornare alla vignette, a Tamworth, in Australia, enormi stormi di uccelli, gli Storni, hanno scelto la città come casa creando difficoltà alla popolazione locale che ha deciso di ricorrere ad un metodo non troppo oneroso per le misurate possibiltà economiche municipali: sparpagliare serpenti finti.

Kakà voluto fortemente dal Real Madrid e vincitore del Pallone d'Oro non poteva sfuggire a delle battute che, sì, lo ammetto, rientrano nelle solite, sono facili ed ormai hanno stancato ma sono come la Kakà: non si riescono a reggere.

Per la serie notizie utili: è meglio stare sempre attenti a ciò che si dice perché per la Cassazione "leccaculo" è un'offesa.

Le difficoltà che incontrano alcune popolazioni, l'aridità di persone pronte ad approfittare degli altri, i giochi di potere, il falso perbenismo, le molte interpretazioni della moralità, i piccoli grandi bisogni dell'esistenza profondi o meschini mi hanno portato a "L'onorevole e Viorica", il secondo racconto di questo blog.

Poi c'è stata l'Enciclica papale.

Ed un altro racconto che il ribrezzo per questa ormai consolidata formula vincente "sangue/spettacolo" ha tirato con forza fuori dalla mia penna.

Sono tornato allo scherzo grazie alla incredibile propensione al ridicolo di personaggi come Moggi, Berlusconi e Tomba tutti insieme in "Don Luciano, San Silvio e i montanari".

Il 28 Dicembre ho chiuso il 2007 con una notizia dell'O.N.U., che ha affidato alla Marvel il compito di realizzare una storia in cui i supereroi dei fumetti della casa statunitense insegnassero il valore della cooperazione.

A guardare il tutto adesso devo dire che, nonostante questo blog abbia vissuto soltanto una piccola parte di 2007 di spunti ce ne sono stati.

Che ne dite?!

Ciao a tutti

lunedì 4 febbraio 2008

You Make My Day Award




Ho scritto, quando ho avuto l'idea del premio "D eci e lode", che mi sarei ritirato dai memi poiché avevo avuto l'occasione di creare un modo per ringraziare tutti i miei amici bloggers per ciò che sono, ognuno con le proprie caratteristiche, attraverso un premio che possa essere donato ogni qual volta si vuole per sempre e se gli ho dato una minimissima struttura di meme è stato solo per diffondere l'idea.

Silvio e Gianluca, però, mi hanno assegnato quest'altro meme-premio, (2 con un colpo solo: però! Ora mi gasoooo) che apprezzo molto per il carattere e che ricevo con tanto piacere.

Il titolo, "You Make My Day Award" riassume il suo scopo, e cioè di essere un riconoscimento per i blog che "ti ispirano e ti rendono felice" quotidianamente.

E' bellissimo pensare di ispirare e rendere felice qualcun'altro, soprattutto se è una persona che apprezzi, per quello che fai.

E leggendo le motivazioni comincio proprio a prendere cacciavite e bulloni e montarmi peggio della panna:

"D
creativo e fantasioso, mi trovo molto in sintonia con quello che dice, con i suoi post,i suoi commenti. Disegna delle vignette veramente belle, piene di houmor."

Silvio


"D: è simpaticissimo, lo seguo spesso."

Gianluca




Non posso che rigraziare entrambi, ricambiando la stima e sperando di poter continuare a scambiare positività con persone positive.

A chi lo assegnerei?!

Alla allegra e profonda Desaparecida, all'affezionatissimo Peppe, al divertentissimo Mario, alla riflessiva Saretta, alla brillante Irene, alla graziosa Susanna, alla sensibile Guccia, alla creativa Mariangela, alla simpaticissima Ciemme, ai mitici Yokai, Mr. Segnalatore, Mimmo, agli arguti Finazio e Laubel, agli informatissimi Cris e Lele...

insomma a tutti coloro che si trovano tra i linkati, che vorrei seguire più spesso e che, ogni volta che riesco ad andarli a trovare, sanno farmi ridere, riflettere, conoscere...ispirare... rendermi felice per averli incontrati.

Ciao a tutti

domenica 3 febbraio 2008

Spermatozoi dal midollo osseo femminile

Secondo il settimanale New Scientist una equipe di scienziati inglesi starebbe studiando la possibilità di produrre spermatozoi attraverso le cellule staminali presenti nel midollo osseo femminile.

Già immagino lo scienziato tornare a casa canticchiando ed annunciare trionfante alla moglie: ” Ce l’abbiamo fatta! Abbiamo trovato il modo di produrre spermatozoi dal midollo osseo femminile!” e la risposta pronta della donna: ”Bene, allora dimmi come e fai le valigie!”.

Ma per fortuna di questo scienziato la tecnica è ancora da sperimentare, la pazienza di sua moglie probabilmente lo è stata pure troppo.

Ed allora potrebbe capitare che la piccola figliola quindicenne di un altro membro dell’equipe si avvicini timida a suo padre e dopo qualche esitazione, tra l’indifferenza del genitore preso dalle sue elucubrazioni, gli annunci: ”Papà, sono incinta…” e che egli, ripresosi dalle formule chimiche che gli ronzavano in testa risponda sbigottito: “…ma non è possibile cara, il metodo è ancora in via di sviluppo!”.

Tra gli spermatozoi generati dal midollo osseo femminile sarebbe assente il cromosoma Y, una esclusiva tutta maschile. Questo vuol dire che attraverso quegli spermatozoi nascerebbero solo femminucce.

Forse è questo il metodo trovato per arginare la preoccupante indisposizione al preservativo, messa in luce da un sondaggio ancora una volta inglese, degli ultracinquantenni: una volta che le donne possono autofecondarsi il sesso diventa superfluo, così come i preservativi, e addio malattie veneree e “incidenti di percorso” come chiama discutibilmente qualcuno i figli inaspettati. Geniacci questi inglesi!

Magari a noi maschietti rimarrà quell’ultima cartuccia da giocarsi, quella disperata convinzione, quell’amara illusione a cui aggrapparsi per essere ancora utili: in fondo, per soddisfare la loro innata ed irresistibile mania di ordine, di un fanfarone caotico e sporcaccione in casa le donne avranno sempre bisogno…

A meno che non si industrino da sole anche in questo. Le donne hanno mille risorse.






Per inserire questa vignetta nella tua pagina web copia ed incolla il codice nell'area di testo. Per favore, però, mantieni il link preimpostato a questo blog o generane uno tu.



mercoledì 30 gennaio 2008

Altri 3 "D eci e lode"

Premio D eci e lode


Saretta mi ha insignito del titolo di "Signor trenta e lode", cosa che mi fa enormemente piacere perché Saretta è una ragazza davvero in gamba.

Quindi approfitto di questa situazione, visto che nel post precedente si è parlato di "belle ultime scoperte", e premio direttamente dalla fonte 3 di queste.

Inizio proprio da Saretta che è una ragazza di grande maturità e sensibilità, molto giovane ma con tante idee chiare e spontanee che esprime coi suoi post come l'ultimo . Quando mi rendo conto che ragazze come lei CI SONO mi sento sollevato.

LauBel, Lauretta e Armando, sanno dare del "tu" all'attualità ed alla vita di tutti i giorni con attenzione ai particolari ed osservazioni efficaci e pungenti. Da leggere assolutamente i "Pensieri settimanali".

Finazio ne ha ricevuto un altro ultimamente da Mimmo, ma girava in testa da un po' anche a me questa idea. E' ironico, intelligente ed abile nel guidare chi legge i suoi post a raccoglierne messaggio attraverso gli spunti paradossali e simpaticamente seri che semina con attenzione.

Dovrebbero già averlo ricevuto tutti e tre, se non sbaglio, quindi non devono rinominare obbligatoriamente nessuno, semplicemente ricevere il premio che è il mio messaggio di ammirazione per ciò che fanno.

Per ulteriori informazioni sul premio rimando al post originario.

Ciao.

lunedì 28 gennaio 2008

Siamo a "Venti e lode"

Premio D eci e lode



Il grande Mimmo, che consiglio di andare a visitare per chi ancora non conoscesse il suo blog il cui nome, Cliccare Mimmo, è tutto un programma mi ha assegnato il mio secondo premio "D eci e lode".

Ha scritto:
"D-mensione, http://d-mensione.blogspot.com/, una delle belle ultime "scoperte": il suo blogger, creatore del premio, se lo becca lui stesso! ;)"


Mimmo è stata una delle ultime belle scoperte a sua volta, il suo blog tratta di molti argomenti come il cinema e la cucina, e lo fa in modo preciso e simpatico, è quindi un vero piacere ricevere questo premio da lui e lo ringrazio.

Anzi, glie ne riassegno uno a mia volta con la motivazione sopra esposta.

Ne ha già ricevuto uno per cui non deve nuovamente riscrivere le regole e nominare qualcun'altro, a meno che non voglia, se lo può tenere tranquillamente in bacheca.

Per quanto riguarda le regole e la storia ed il fine di questo premio rimando al post originario dove è spiegato tutto e dove c'è tutto il materiale occorrente a disposizione.

Ciao.

venerdì 25 gennaio 2008

Cade il Governo Prodi





















Per inserire questa vignetta nella tua pagina web copia ed incolla il codice nell'area di testo. Per favore, però, mantieni il link preimpostato a questo blog o generane uno tu.



mercoledì 23 gennaio 2008

Finanza: Borse in calo




















Per inserire questa vignetta nella tua pagina web copia ed incolla il codice nell'area di testo. Per favore, però, mantieni il link preimpostato a questo blog o generane uno tu.



Desaparecida ed il pesce-calimero



















La simpaticissima Desaparecida, in un suo post, ha usato l'espressione "piccolo pesce-calimero".

L'immagine ha solleticato la mia fantasia da subito, è troppo carina.

Ci abbiamo giocato un po' su, e la foto del musetto di un bel gattone o di una bella gattina (dal muso ancora non riesco a riconoscerli...) neri che accompagna il suo profilo ha inevitabilmente contribuito al gioco.

Non ho resistito ed alla fine l'ho disegnato il pesce-calimero, in compagnia del gattone/della gattina che nel mondo di Desaparecida, come mi ha confermato lei, vanno d'accordissimo.

E allora aggiungo un Premio D eci e lode premio "D eci e lode" a Desaparecida, che avendolo già ricevuto una volta non deve per forza copiare ed incollare di nuovo le regole e nominare un altro blogger (a meno che non voglia) ma può semplicemente prendersi questo ringraziamento per aver stimolato la mia fantasia con la sua simpatia istantanea.

Il codice html per prelevare l'immagine è :

sabato 19 gennaio 2008

Istat: una famiglia su sette fatica ad arrivare a fine mese





Per inserire questa vignetta nella tua pagina web copia ed incolla il codice nell'area di testo. Per favore, però, mantieni almeno uno dei due link preimpostati a questo blog o generane uno tu.



giovedì 17 gennaio 2008

Un "D eci e lode" anche per me

Premio D eci e lode


Me lo ha assegnato Irene con questa motivazione:
"per aver dato vita a questa simpatica iniziativa e perchè è un super-fumettaro"


Grazie Irene , ne sono contento.

martedì 15 gennaio 2008

Premio "D eci e lode"

Come ho scritto in "Grazie mille Cris" il "Thinking blogger award" è un meme che apprezzo molto per la natura del suo scopo ed ho contribuito molto volentieri alla sua diffusione.

E' giusto che i memi non richiedano troppe nomine: quelli sciocchini per non ammorbare troppe persone con gli obblighi che ne derivano, quelli di qualità poiché la qualità è di pochi.

Tuttavia nelle mie nomine mi sono trovato in difficoltà poiché, con mio grande piacere, si è creato spontaneamente un piccolo gruppo di bloggers molto intelligenti, ognuno con le sue proprie peculiarità, attraverso le quali propongono contenuti validi e gradevoli nelle loro diverse forme. Difatti nella prima nomina ho tentato, in qualche modo, di inserirli tutti.

Così ho pensato una cosa: avendo già avuto la soddisfazione di ricevere la nomina per un meme che considero di valore come il "Thinking blogger award" - per di più due volte- anche io, come il suo autore, mi ritiro ufficialmente dalla partecipazione ad altri memi -a meno di casi molto particolari- lanciandone uno a mia volta. Un meme simile nella bontà del suo intento, cioè quello di consigliare per diffondere contenuti positivi, ma reinterpretato da me.

Sto copiando? Forse. Un mio professore mi diceva che quando ci si mette del proprio non si copia ma si prende spunto. Anche se solitamente non amo nè copiare nè prendere spunto ma cerco di essere originale. In fondo, anche se fosse qualcosa di molto vicino alla copiatura, nelle intenzioni vuole comunque essere utile e propositivo.

Lancio oggi un Premio, abbastanza elastico e libero pur se accompagnato da un suo regolamento, e tutto in italiano, così noi italiani non dobbiamo (finalmente) nemmeno avere la scocciatura di tradurre. Lasciatemi esagerare per un attimo e provare soddisfazione pensando all'eventualità che un giorno questo premio possa arrivare ad un blog anglofono (risat, risat, frusc, frusc, cattiv, cattiv). La Ohmygodbutthisisitalianwhereistheenglishversionhelpite degenerante che prenderà il suo curatore renderà giustizia alle mie sbuffite acuta, noooooooooite cronica, cheppallite galoppante, brividae infastidituum e compagnia bella.

Anche il nome del premio ricalca quello di uno storico parametro di valutazione scolastica italiana, il massimo: 10 e lode. Ma su D mensione non può che diventare "D eci e lode".

Premio D eci e lode


Che cos'è?

"D eci e lode" è un premio, un certificato, un attestato di stima e gradimento per ciò che il premiato propone.

Come si assegna?

Chi ne ha ricevuto uno può assegnarne quanti ne vuole, ogni volta che vuole, come simbolo di stima a chiunque apprezzi in maniera particolare, con qualsiasi motivazione (è o non è abbastanza elastico e libero?!) sempre che il destinatario, colui o colei che assegna il premio o la motivazione non denotino valori negativi come l'istigazione al razzismo, alla violenza, alla pedofilia e cosacce del genere dalle quali il "Premio D eci e lode" si dissocia e con le quali non ha e non vuole mai avere niente a che fare.

Le regole:

  1. Esporre il logo del "Premio D eci e lode", che è il premio stesso, con la motivazione per cui lo si è ricevuto. E' un riconoscimento che indica il gradimento di una persona amica, per cui è di valore (sotto c'è il pratico "copia e incolla");


  2. Linkare il blog di chi ha assegnato il premio come doveroso ringraziamento;


  3. Se non si lascia il collegamento a questo post già inserito nel codice html del premio provvedere a linkare questa pagina (sotto c'è il pratico copia e incolla);


  4. Inserire il regolamento (sotto c'è il pratico "copia e incolla");


  5. Premiare almeno 1 blog aggiungendo la motivazione.

Queste regole sono obbligatorie soltanto la prima volta che si riceve il premio per permettere la sua diffusione, ricevendone più di uno non è necessario ripetere le procedure ogni volta, a meno che si desideri farlo. Ci si può limitare ad accantonare i propri premi in bacheca per mostrarli e potersi vantare di quanti se ne siano conquistati.

Si ricorda che chi è stato già premiato una volta può assegnare tutti i "Premio D eci e lode" che vuole e quando vuole ( a parte il primo), anche a distanza di tempo, per sempre. Basterà dichiarare il blog a cui lo si vuole assegnare e la motivazione. Oltre che, naturalmente, mettere a disposizione il necessario link in caso che il destinatario non sia ancora stato premiato prima.


Copia e incolla il premio




Copia e incolla il link a questa pagina




Copia e incolla le regole




I primi premi "D eci e lode" vanno a (in ordine alfabetico):

Antonio La Trippa: perché sa spaziare dalle notizie alla musica, dalle nozioni all'umorismo con naturalezza.

Ciemmerre: perché ha un suo tratto di matita particolare, è simpaticissima e mi fa sorridere tanto.

Cristian: perché è molto attento nella ricerca e nella proposizione di informazioni utili e scomode.

Gianluca: perché è giovane ma molto attivo e battagliero.

Irene: perché ha diversi interessi positivi e sa condividerli con freschezza.

Lele: perché sa proporre notizie importanti che fanno riflettere.

Mariangela: perché è un'artista a tutto tondo.

Mario: perché sa far ridere col suo fare intelligentemente pungente.

Mister Segnalatore: perché è una fonte di iniziative ed opinioni intelligenti.

Peppe: perché è molto attento alle spigolature della vita sociale.

Silvio: perché sa osservare ed inquadrare le questioni mettendole e mettendosi in discussione.

Yokai: perché ha fantasia, sana giocosità e preparazione.

Seconda nomina per il Thinking Blogger Award



Ringrazio Peppe che mi ha rinominato per il mio secondo "Thinking blogger award" e per la sua stima nei miei confronti che è reciproca.


La nomina l'ho avuta.

Il link al post originario è questo.

Il logo l'ho inserito.

I 5 blog stavolta non li nomino, il perché lo spiego nel prossimo post.

sabato 12 gennaio 2008

La gestione dei rifiuti

Sul suo blog Il segnalatore, alla pagina http://ilsegnalatore.blogspot.com/2008/01/rifiuti-come-gestirli-al-meglio.html, il mio amico blogger Mr. Segnalatore ha postato un video molto interessante che può offrire vecchie e nuove soluzioni per questo problema.

L'ho visto ed ho voluto dargli questa piccola vetrina in più poiché credo che le soluzioni proposte siano tra le migliori finora seguite.

Per quel che riguarda l'umido ed i riciclabili di sicuro.

Sono un profano dell'imprenditoria nel ramo rifiuti, non ne conosco i costi e le modalità di gestione, quindi potrei dire sicuramente delle baggianate ma credo che il compostaggio di umido, producendo concime, ad alti stockaggi possa far rientrare dei ricavi dalla vendita di quest'ultimo così come la vendita di nuove materie prime per quanto riguarda il riciclaggio, il tutto ricavando e trasformando rifiuti in nuovo materiale utile anziché accantonarlo.

Da parte nostra basterebbe del senso civico.

Nel video si parla di soluzioni alternative anche per i rifiuti non riciclabili.

Non sono un esperto neanche in questo campo quindi non posso essere sicuro di indicarle come via migliore da seguire ma da ciò che viene detto non sembrano malvage. E l'alternativa dell'inceneritore non mi convince affatto.
Gianluca è molto attivo nel dimostrarne gli aspetti negativi, consiglio di leggere i suoi post al riguardo per conoscerli.

Grazie mille Cris




Cris mi ha nominato in questo meme e la cosa mi fa enormemente piacere per la sua natura stessa .

Il suo autore scrive:" Il mio intento con questo blog è quello di offrire contenuti che siano interessanti, che contengano informazioni e temi che possano veramente essere utili agli amici che lo leggono" (per chi ha letto il post "Il mio primo meme" : lo so cosa avevo scritto riguardo all'inglese, infatti ho preso qualche oppiaceo prima di iniziare a tradurre...) quindi, prima di smettere di partecipare a futuri memi ne propone uno lui che sia in linea con i suoi scopi, cioè indicare 5 blog che ti fanno pensare, quindi utili ed interessanti, e proporli così a chi ti legge per continuare a condividre pensieri, informazioni, idee.

Ed essere nominato da uno che lo è già stato ben OTTO volte (evidentemente i contenuti ci sono: che dite?! Garantisco! Grande Cris. ) è una soddisfazione.

Personalmente so che in questo blog alterno riflessioni più serie (come, ad esempio, con "Incontro al parco" , "L' Onorevole e Viorica" o "Il Papa detta i princìpi della salvezza contro gli eccessi di ideologie e politica") ad altre più leggere (come "Pantaloni oversize e mutande firmate", "Ricerca statunitense: il nome influenzerebbe le scelte", "Don Luciano, San Silvio e i montanari" o "Dal Corriere della Sera le 10 notizie più curiose e le 5 più inutili del 2007") ma credo che anche condividere un sorriso sia utile e che vedere le cose sotto un punto di vista diverso, magari drastico come quello dell'ironia, sia interessante.

Bene, passiamo alle regole:

  1. Partecipare solo se si è nominati. (Rigrazie Cris);


  2. Lasciare un link al post originario. Eccolo: The thinking Blog. Attenzione che io ho tradotto prima ma è in inglese (aaaah eccoli: la sbuffite acuta, la noooooooooite cronica, la cheppallite galoppante, il brividae infastidituum...sono quì, li sento!);


  3. Inserire nel post il logo "Thinking Blogger Award" (Il preeemio. E' in testa al post);


  4. Indicare 5 blog che hanno la capacità di farti pensare.


Dunque, nomino:

Il Periscopio: perché Peppe è una persona che si fa delle domande.

Il Segnalatore
: perché Mister Segnalatore ha tante idee ed opinioni forti .

Cose dal mio mondo: perché vedo Yokai come uno che sa sempre dove trovare ciò che ti serve col sorriso furbo del giocherellone.

Diario aperto: perché Lele si informa molto e propone fatti che lasciano sempre qualcosa dentro.

Book and Talk: perché Irene ama i libri , l' umorismo e la cultura che considero importanti.

In questo meme c'è spazio solo per cinque blog ma la lista sarebbe lunga, ci sarebbero anche: Ciemmerre con la sua simpatia, Mariangela con la sua poesia, Mario con la sua ironia, Antonio La Trippa con la sua arguzia, Gianluca con la sua dinamicità, Silvio con le sue opinioni, Alessio con il suo impegno, Alessio con la sua competenza (eh, gli Alessio sono due)...

Ciao

venerdì 11 gennaio 2008

Gemelli separati alla nascita si sono sposati ignorando di essere fratello e sorella.

La notizia la riporta il sito di ADN Kronos in questa pagina .

Avete presente quando, di fronte ad una persona particolare, viene spontaneo dire:" Ho l'impressione di conoscerti da sempre"?!

Meglio fare prima l'esame del D.N.A.